"C'è la bellezza e ci sono gli oppressi.
Per quanto difficile possa essere,
io vorrei essere fedele ad entrambi"
Albert Camus

martedì 25 marzo 2008

Atterraggi morbidi

Volano ovunque. Le parti del corpo volano nell'aria, nessun dolore, nessuna paura. L'impatto è stato violento e improvviso. Inaspettato. Cosa c'è di più meraviglioso dell'inatteso?
Volano senza ordine, senza un'architettura le parti del mio corpo, nel tempo dilatato di uno slow-motion.
Ho visto delle braccia tese pronte ad accoglierli. Li attendono atterraggi morbidi...



4 commenti:

Anonimo ha detto...

wow! l@nto

bar bag ha detto...

non sapevo che ti piacesse damien rice.....
sei una sorpresa continua. ;-)
se ho intuito qualcosa....felice per te!

Giovanni ha detto...

sei la seconda persona che mi dice "se ho intuito qualcosa...". Rivedere i gangli dell'intuito... :-)

Fra ha detto...

Ciao Giovanni,
come stai?
Sono Francesco di The Blog Tv. Scusa l'intrusione: ti scrivo per un motivo molto semplice. Per scoprirlo basta che clicchi qui sotto e spero ti faccia piacere:

http://blog.theblogtv.it/2008/03/26/ricomincio-da-te-sceglie-hannes/

Facci(e fateci) sapere che ne pensi, lasciaci (e lasciateci)un commento. Intanto complimenti..

Buon lavoro e tutto il resto

Fra